Contributo a fondo perduto per la partecipazione a Lazio Cinema International 2018

La Regione Lazio, attraverso il bando intende promuovere:

– il rafforzamento e il miglioramento della competitività delle imprese di produzione cinematografica e il relativo indotto, anche mediante una più intensa collaborazione con i produttori esteri;

– una maggiore visibilità internazionale delle destinazioni turistiche del Lazio ed in particolare dei luoghi di pregio artistico e culturale oggi più marginali rispetto ad una domanda concentrata prevalentemente su Roma, e quindi la competitività del settore turistico.

Soggetti beneficiari

Le PMI già iscritte al Registro delle Imprese che sono Produttori Indipendenti ed operano prevalentemente nel settore di “Attività di produzione cinematografica, di video e di programmi televisivi” (codice ATECO 2007 59.11).

Il beneficiario può essere una sola impresa oppure possono esserci più beneficiari (Aggregazione) per una stessa Coproduzione, purché compartecipino ai Costi di Produzione in ragione dell’Accordo di Coproduzione e siano titolari di diritti di sfruttamento dell’Opera almeno per l’Italia.

Tipologia di spese ammissibili

E’ eleggibile la quota italiana del Costo di Coproduzione a carico del o dei beneficiari al lordo degli aiuti di Stato e al netto delle coperture in natura o finanziarie assicurate da eventuali Produttori Associati non beneficiari e dai Produttori Esteri, e gli apporti finanziari da parte di imprese non appartenenti al settore cinematografico o audiovisivo.

I Costi di Coproduzione (i) cd. “sopra la linea” e (ii) quelli  per oneri assicurativi, di garanzia, finanziari e per spese legali direttamente imputabili all’Opera, sono eleggibili entro il massimo, rispettivamente, del 30% e del 7,5% del Costo di Coproduzione complessivo.

Le spese relative a detti Costi di Coproduzione eleggibili a carico del o dei Beneficiari, sono ammesse in proporzione al rapporto tra le giornate di ripresa effettuate sul territorio del Lazio e le giornate di ripresa totali (o di lavorazione in caso di opere di animazione). In alternativa a tale criterio le spese sono ammesse per la quota sostenuta nei confronti di persone fisiche fiscalmente residenti nel Lazio o imprese che abbiano una sede operativa nel Lazio. Sono spese ammissibili anche una quota di spese non vincolate territorialmente e quelle sostenute indirettamente dal o dai beneficiari in quanto da questi commissionati a terzi (service o produzioni esecutive), ove rendicontati in trasparenza, e inclusa la producer fee effettivamente pagata entro il massimo del 15% dell’importo della commessa. Non sono ammissibili le producer fees non effettivamente pagate a terzi e le spese rendicontate tramite titoli di spesa con imponibile inferiore a 200 Euro (escluse le spese per il personale), ma sono ammessi costi indiretti a titolo forfettario, nella misura del 15% dei costi ammissibili per il personale sotto la linea sostenuti da ciascun beneficiario.

Le spese ammissibili devono essere sostenute dopo la presentazione della domanda, ad eccezione delle Spese Preparatorie che possono essere riconosciute entro un massimo del 5%.

Entità dell’agevolazione

L’importo massimo della Sovvenzione concedibile per ogni singola Coproduzione non può superare il 35% delle Spese Ammesse e l’importo di 800.000€  in valore assoluto.

L’ammontare del contributo concedibile per ciascuna Coproduzione è così determinato:

– 15% delle spese ammissibili, aumentato al 20% nel caso sia la quota di produzione italiana che quella estera sono entrambe pari o superiori al 20%, con un massimo di contributo in valore assoluto di 475.000 Euro;

– un ulteriore 5% delle spese ammissibili se la Coproduzione è riconosciuta di Interesse Regionale, con un massimo di contributo in valore assoluto di 100.000 Euro;

– un ulteriore 5% delle spese ammissibili se la Coproduzione è riconosciuta di Particolare Interesse Regionale, aumentato al 10% nel caso sia la quota di produzione italiana che quella estera sono entrambe pari o superiori al 20%, con un massimo di contributo in valore assoluto di 225.000 Euro.

Il contributo così determinato deve essere ridotto ove e nella misura necessaria per rispettare i divieti di cumulo degli aiuti di Stato italiani relativi alla medesima opera sulla quota italiana del Costo di Coproduzione, come stabiliti dalla normativa italiana in conformità a quella comunitaria.

Scadenza

Sono previste due finestre per la presentazione delle richieste.
La Prima finestra:
Lo sportello telematico per la compilazione sarà aperto a partire dalle ore 12.00 dell’8 novembre 2018 e fino alle ore 12.00 del 2 marzo 2019; la richiesta si intenderà formalmente presentata solo con il successivo invio del Dossier di Richiesta a mezzo PEC, che dovrà avvenire a partire dalle ore 12.00 del 15 gennaio 2019..

La  Seconda finestra:
Lo sportello telematico per la compilazione sarà aperto a partire dalle ore 12.00 del 30 maggio 2019 e fino alle ore 12.00 del 31 luglio 2019.
La richiesta si intenderà formalmente presentata dovrà avvenire a partire dalle ore 12.00 del 4 luglio 2019.

Chiedici aiuto!

2018-11-15T15:25:43+00:00 giovedì, 15 Nov, 2018|Agevolazioni PMI, In Primo Piano, Lazio, Notizie|