Incentivi per investimenti in efficientamento energetico di edifici e sedi di attività produttive

AREA GEOGRAFICA: Abruzzo

SCADENZA: Bando aperto – Scadenza 10-05-2019

SETTORI: Artigianato, Commercio, Industria, Servizi/No Profit, Agroindustria/Agroalimentare

AGEVOLAZIONE: Contributo a fondo perduto

DESCRIZIONE DEL BANDO: Il bando ha la finalità di sostenere le imprese che, all’interno di unità operative ubicate nel territorio regionale, realizzino investimenti per l’autoconsumo, volti all’efficientamento energetico o alla produzione di energia proveniente da fonti rinnovabili da parte delle PMI e, per le Grandi imprese, all’installazione di impianti di cogenerazione/trigenerazione ad alto rendimento.

BENEFICIARI:

Possono presentare domanda le PMI e le grandi imprese che presentano i segueti requisiti:

  • hanno la sede operativa nel territorio della regione Abruzzo entro la data della prima erogazione dell’agevolazione
  • sono regolarmente costituite e iscritte nel Registro delle imprese come attiva da almeno il 1° gennaio 2017
  • non si trovano in stato di fallimento, liquidazione coatta, di concordato preventivo, o nei cui confronti non sia in corso un procedimento per la dichiarazione di una di tali situazioni
  • l’impresa non sia stata destinataria nei tre anni precedenti la data di presentazione della presente domanda, di provvedimenti di revoca totale di sovvenzioni, contributi e/o finanziamenti concessi dalla Regione Abruzzo, ad eccezione di quelli derivanti da rinunce.

TIPOLOGIA DI INTERVENTI AMMISSIBILI:

Per la linea 1: Efficientamento dei sistemi produttivi e delle strutture delle PMI sono oggetto di finanziamento i seguenti interventi:

  •  Rifasamento elettrico
  • Introduzione/sostituzione di motori, pompe, inverter, compressori o gruppi frigoriferi secondo le migliori tecnologie disponibili sul mercato
  • Coibentazioni compatibili con i processi produttivi
  • Recupero calore di processo da forni, trasformatori, motori o da altre apparecchiature
  • Sistemi di ottimizzazione del ciclo vapore
  • Isolamento dell’involucro opaco dell’edificio: pareti laterali esterne/interne (es. rivestimento a cappotto) o di quelle a contatto con zone non riscaldate, comprese le coperture, ovvero di tutte le superfici opache disperdenti
  • Sostituzione di serramenti ed infissi e/o delle superfici vetrate Sostituzione di impianti di riscaldamento/raffrescamento con impianti alimentati da caldaie a gas a condensazione o con impianti alimentati da pompe di calore ad alta efficienza;
  • Sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore o a collettore solare per la produzione di acqua calda sanitaria, integrati o meno nel sistema di riscaldamento dell’immobile;
  • Sistemi di building automation e sistemi di controllo per l’illuminazione e la climatizzazione interna mediante timer, sensori di luminosità, presenza, movimento, concentrazione di umidità, CO2 o inquinanti;
  • Sistemi di climatizzazione passiva (sistemi di ombreggiatura, filtraggio dell’irradiazione solare, sistemi di accumulo, serre solari, sistemi trasporto luce naturale, etc.)

Per la linea 2: Impianti di co/trigenerazione delle Grandi imprese sono oggetto di finanziamento i seguenti interventi:

  •  impianti di co o trigenerazione anche alimentati da FER.

Per la linea 3: Impianti di per la produzione di energia proveniente da FER delle PMI sono oggetto di finanziamento i seguenti interventi:

  •  impianti fotovoltaici integrati nell’involucro edilizio;
  • mini eolici ubicati all’interno dell’unità produttiva;
  • impianti idroelettrici;
  • generatori alimentati da biomassa non derivante da colture alimentari (i biocarburanti da residui, anche residui di derrate alimentari, sono considerati biocarburanti di seconda generazione)

ENTITA’ E FORMA DELL’AGEVOLAZIONE:

Il contributo è concesso a fondo perduto secondo le seguenti aliquote:

Linea di intervento 1: l’intesità massima dell’aiuto è così ripartita:

  • per le piccole imprese fino al 50%
  • per le medie imprese fino al 40%

Linea di intervento 2:

  •  per le grandi imprese fino al 45%

Linea di intervento 3:

  • per le piccole imprese: fino al 65%;
  • per le medie imprese fino al 55%

Per i Comuni Abruzzesi inseriti nella Carta degli aiuti di stato a finalità regionale 2014-2020 vi è una maggiorazione del 5% dell’aliquota di contributo.

SCADENZA:

A seguito della proroga, si può presentare domanda fino al 10.05.2019

 

CONTATTACI PER ULTERIORI INFORMAZIONI

2019-04-24T10:34:14+02:00 mercoledì, 24 Aprile, 2019|Abruzzo, Agevolazioni PMI, In Primo Piano, Nazionale, newsletter, Notizie|