Castelli Romani e Monti Prenestini: contributi a fondo perduto per la diversificazione delle attività agricole

Area Geografica: Lazio
Scadenza: BANDO APERTO
Beneficiari: PMI, Micro Impresa
Settore: Agricoltura
Spese finanziate: Attrezzature e macchinari, Opere edili e impianti, Consulenze/Servizi
OBIETTIVO DEL BANDO:  Il bando si pone  l’obiettivo di incentivare gli investimenti volti alle attività di diversificazione dei redditi delle aziende agricole, attraverso la creazione, il potenziamento, la qualificazione di attività agrituristiche e di diversificazione delle attività agricole, nonchè di  promuovere, laddove la redditività prettamente agricola sta progressivamente riducendosi, diversificazione e riconversione aziendale, per incentivare uno sviluppo duraturo e stimolare l’investimento privato, soprattutto nelle aree maggiormente svantaggiate e montane.
SOGGETTI BENEFICIARI:
  • agricoltori attivi;
  • Coadiuvante familiare a condizione che sia il membro di una famiglia di agricoltore attivo, che lavori in azienda al momento della presentazione della domanda, con l’eccezione dei lavoratori agricoli impegnati nelle attività aziendali.

TIPOLOGIA DI SPESE AMMISSIBILI:

Sono previste varie tipologie di intervento.

Intervento A) Sviluppo di Attività Agrituristiche

Intervento B) Trasformazione e vendita diretta dei prodotti tipici regionali certificati e prodotti tipici regionali tradizionali

Intervento C) Attività culturali, didattiche, sociali, ricreative e terapeutico – riabilitative

Intervento D) Fornitura di servizi ambientali svolti dall’impresa agricola per la cura e manutenzione di spazi non agricoli.

All’interno delle tipologie di intervento sopra menzionate sono ammissibili le seguenti spese:

  • Investimenti materiali per la costruzione, ristrutturazione e ammodernamento di fabbricati e manufatti produttivi aziendali (investimenti strutturali),come ad esempio:  interventi di recupero del patrimonio edilizio rurale esistente per la qualificazione delle attività agrituristiche con il fine principale della tutela del paesaggio, la ristrutturazione e l’ammodernamento di beni immobili già esistenti diversi dall’abitazione principale, necessari alle attività extra-agricole anche attraverso l’uso di materiali per l’edilizia ad elevata prestazione energetica, di miglioramento, ammodernamento, riconversione di beni immobili dell’azienda, di edificazione di nuove costruzioni strettamente funzionali alla tipologia di investimento, e di interventi di ampliamento degli edifici esistenti ovvero di costruzione di manufatti edilizi da destinare esclusivamente a servizi igienici, realizzazione di ricoveri e strutture necessarie alla gestione e all’alloggiamento di animali oggetto dell’attività agrituristica o a servizio degli ospiti.
  • Dotazioni: sono ammesse le spese per l’acquisto di nuove macchine, attrezzature e altre dotazioni aziendali, purché strettamente funzionali con le tipologie di intervento programmate ed ammissibili al finanziamento, fermo restando le dotazioni e i servizi minimi per le attività agrituristiche.
  • Spese generali
  • Investimenti immateriali: acquisto o sviluppo di software, realizzazione di siti internet, acquisizione di brevetti, licenze, diritti d’autore, marchi commerciali direttamente connessi all’attività finanziata.

ENTITA’ E FORMA DELL’AGEVOLAZIONE

Il contributo è previsto nella misura massima del 40%della spesa ammissibile al finanziamento.

L’aliquota del sostegno è, per tutti i soggetti beneficiari, elevabile al 60% per:

  • investimenti effettuati da giovani agricoltori;
  • investimenti effettuati in zone montane.

 

 

Il bando si applica esclusivamente sul territorio dei seguenti Comuni: Castel San Pietro Romano, Colonna, Frascati, Gallicano nel Lazio, Labico, Monte Porzio Catone, MonteCompatri, Nemi, Frascati, Palestrina, Rocca di Cave, Rocca di Papa, Rocca Priora e Valmontone.

CONTATTACI PER MAGGIORI INFORMAZIONI!

2019-06-27T18:44:35+02:00 giovedì, 27 Giugno, 2019|Agevolazioni PMI, In Primo Piano, Lazio, Notizie|